la veglia
è blu l’alba
ma subito schiarisce-
pallido azzurro che vorrei fermare-
pochi contorni- sbiaditi-sfumati-
dove il grand’albero è un fiore giallo
e l’aria fredda porta il gemito d’un gallo-
tutto schiarisce
ma risplende d’azzurro-
di marzapane i muri delle case-
gli alberi son di farina dolce-
il cielo è un candito
indaco è il suo colore-
immersi nella poesia
si veglia meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *