la mente

piccole gioie e piccoli dolori
affollano ugualmente la mente-
bussano alle porte
non invitati entrano
prendono posto, spazio
occupano tutte le sedie
i muri, i pavimenti
tutti i soffitti, scantinati
accesi e bui
bianchi e neri
tutti gli armadi
cassettoni, dispense-
arrecano danno-
solo a tratti
la mente ha spazio
è vuota-
come una piscina
un lago
calmo
senza fruscii
di tuffi
eleganti o scalmanati-
ma è raro che capiti-
ci vuole volontà e sapienza
saggezza e pazienza-
vedo una riva calma
d’un mare che non ha colore-
ondine quiete non fan rumore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *