cielo d’inverno

dentro di me ascolto
il cielo mattutino,
calmo, chiaro e celeste
come un mantello
che guarisce e sazia
benedice e consola
e sfiora appena-
intanto altrove, sulla terra
mille foglie secche
grandi, tonde, ovali
si spargono come frutti
o regali non chiesti,
insperati
ma ben accolti-
il tormento si condanna da solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *