vita

indenne attraverso la vita –
in linea retta
passo tunnel di nubi,
di veli
e cerchi dorati
o d’acciaio-
ancorata alla terra,
dell’orto lavorato
o incolto
pieno d’erba o senza,
di terra morbida
o dura, seccata
come d’argilla-
calanchi sprofondano
sotto di me
a imbuto
a spirale-
ma la campana suona
anche questa mattina
e dopo la pioggia
fresca mi giunge l’aria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *