Neal e la nostalgia del passato

Improvvisazione su musica di Ludovico Einaudi,  Le onde

 

La nostalgia, la nostalgia ma anche il rimpianto  delle persone

 oh solo delle persone solo delle persone, che non conosco più che non vedo più

 Jack e Allen e Ken e anche William che non mi ha mai potuto vedere

 e anche tutti gli altri che non mi hanno mai potuto vedere –

delle persone dai che lo sai che si ha solo nostalgia delle persone

 non penso che umanamente possa essere diverso da così,

 non può essere diverso da così anche per Neal non è diverso da così

 in questo deserto bianco che assomiglia tanto all’anticamera della morte

 una specie di deserto – ospedale

 sì sì deve essere un ospedale un ospedale bianco

dove si va a morire quando non si ha più niente da dire

e non si hanno più amici

per amici intendo quelli che ti danno attenzione e a cui dai attenzione

qui in questo deserto bianco nessuno mi dà più attenzione

 e non c’è più nessuno a cui dare attenzione

 povero povero me povero Neal povero Neal

che non ha più nessuno nessuno solo se stesso se stesso –

solo se stesso non basta

 dove siete amici di un tempo e voi nemici di un tempo

 dove siete dove siete dove siete dove siete tutti?

Ditemelo e fatevi vedere almeno per un ultima volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *