Sopra, sotto il melograno

 

È muffa

grigia, nera

affondata tra le foglie sbriciolate

e i ciuffi radi

qua e là spuntati-

il tempo ha mangiato i frutti

quelli caduti e quelli

ancora appesi ai rami –

vedo con gli occhi della mente

l’ombra del mutamento-

ma non lo afferro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *