Sono

sono l’airone bianco e solitario,
e sono il papavero rosso, solo nella campagna-
e sono il nido vuoto
e sono il grano: dopo la pioggia splendo-
dentro di me
cova una gioia esasperata e grande
che esploderà un giorno,
un giorno,
un giorno santo


3 thoughts on “

Lascia un commento