Improvvisazione ascoltando il sax di L.

Vado liscio, vado calmo sulla nebbia
e sull'oscurità che accarezza
la serata altrimenti davvero noiosa –
vado calmo vado liscio
e seguo il mio destino qualunque esso sia
l'unica cosa bella è adesso il sax
in tutto questo pomeriggio
di noia infruttuosa
passata a a mangiare fichi secchi e
pistacchi che fanno male
a bere thè verde
e neanche provarci a scrivere…
sì, sì perché c'è questo bel sax
e one-two-three-four-
che mi piace
sa di jazz e gruppo e stanza
di gente che suona e altra che scrive
e ci sono anch'io

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *