Le cose scritte partendo da un piccolo flash di ricordo

Le cose scritte partendo da un piccolo flash di ricordo diventano film fatti di quell’immagine riaffiorata e da qualcos’altro che non so da dove venga che la rende scrivibile non come ricordo, non come trascrizione di una realtà passata, ma come qualcosa che è diventata finzione. Le poesie, i racconti, i romanzi che partono da un ricordo diventano qualcos’altro, non sono più nel tempo. Appartengono ad un’altra realtà atemporale, sono nel luogo dell’immaginazione.

Parole pensate – parole scritte

Quante cose succedono nella mente
in cinque minuti di meditazione sul respiro –
è un film di parole, immagini
e pensieri così astratti
da non avere nè immagini, nè parole
ma così concreti in fondo –
e poi ci sono
le emozioni positive
negative e neutre
anche loro sono senza parole,
non esistono nella mente e nel cuore
le parole delle emozioni
e allora cos’è la poesia?
è una traduzione
stranamente fedele
di “chi” dentro di noi
non ha parole nè immagini –
strano eh?
non c’è infedeltà,
quel qualcosa
deve essere tradotto in parole
altrimenti soffre.