La mia intervista sul mio romanzo 1968 con Claudia Culiersi di Ciao Radio di Bologna

Il mio romanzo “1968”
Il romanzo narra la vita quotidiana di una giovane studentessa fuori sede di nome Marina che fa politica attiva in un collettivo studentesco, torna spesso nella sua piccola città di provincia per farsi coccolare dalla famiglia, fa lavoretti per mantenersi, e “per caso” è coinvolta in qualcosa in cui mai avrebbe pensato di trovarsi.

Alcuni momenti della presentazione del mio romanzo 1968 alla libreria Ubik di Bologna

L’11 Gennaio 2019 ho presentato il mio romanzo “1968” alla Libreria Ubik di via Irnerio 27 a Bologna. Ecco alcuni momenti della serata.

Alcuni momenti della presentazione del romanzo “1968” di Dianella Bardelli alla Biblioteca Comunale di Molinella il 28/11/2018

Locandina della presentazione del romanzo alla Biblioteca di Molinella  del 28 Novembre 2018

Locandina della presentazione del romanzo
alla Biblioteca di Molinella 
del 28 Novembre 2018

Nowsreal, 1968

 

Davanti a uomini incravattati
tranquilli

bella giornata di sole
lei dà volantini
sorridendo
con un tamburello a sonagli –
sono tutti così tranquilli
è il ’68 a San Francisco –
qualcuno declama discorsi 
o poesie
gli uomini in giacca e cravatta 
sorridono
sono incuriositi (ti immagini oggi?)
un giovane hippy 

si lava i capelli in una fontana
(Ti immagini oggi?)
qualcuno viene portato via
da tranquilli poliziotti
giovani anche loro
nessuno sembra incazzato 
( ti immagini oggi?) –
poi balli sfrenati
non c’è disperazione
hai presente quella 
di una decina d’anni dopo
qui da noi nel ’77? –
sono tutti belli, magri
non solo giovani
sembrano così rilassati –

 

Poi lei
la femmina-poeta Lenore
con il suo Bill
nella loro casa-tempio-culla –
e poi ci fanno vedere 
come si fanno a mano
le magliette psichedeliche-
poi gli Hells’ Angels
anche loro belli
i capelli al vento
e le moto-
perché si invecchia?
e ancora la casa di Lenore e Bill
e lui è serio, fuma
lei sorride, cuce
le lunghe perline colorate alla finestra
che ho visto
tante altre volte –
e i negozietti
e le strade sporche
come ti aspetti siano –
e Bill pelle liscia
nella sua immensa bellezza
che si fa fare dolcemente
un piercing
e come ci si sofferma sui dettagli
come se si sapesse che tutto 
stava per finire- 
i veri uomini
a sfidare
l’immenso cielo
Le donne
la danza del ventre

 

 

 

 

Per le fotografie credit to The Digger Archives (www.diggers.org
http://www.diggers.org/nowsreal.htm