Quella scala di legno nel bosco

Bisogna stare attenti
si può cadere –
saprai rialzarti?
no, meglio stare molto attenti –
non rischiare
come con la canoa
meglio non rischiare
meglio non rovesciarsi –
saprai risalirci?
e nella mente
saprai avventurarti?
meglio non rischiare
se poi non ritorni? –
ritorni dove?
al punto di prima-
di prima?
quale punto di prima?
allora è meglio non rischiare
abbandonare
l’avventura della mente –
rimanere
nella propria incertezza, incompletezza
nel proprio sicuro niente –
non sono il seme
che se lo porta il vento
qui e là
qui dove si vive e si germoglia
là dove si secca e si muore –
sono la spiga
che sta sempre lì
dove l’hanno messa
fino alla fine –
quale fine?
della vita
quale vita?
quella di tutti
quella della Legge che fa finire le cose –
Sì, c’è una Legge
che fa finire le cose
e non sei tu –
e comunque nella scala di legno
c’è qualcosa
c’è qualcosa
che la fa contemplare
ma non so cosa-
come contemplare il nulla