Il petalo

Invecchia
come me che invecchio –
lo vedo mutare
sbiancare
impallidire –
in mezzo un fulmine
più scura è la parte viva
come i bordi
che si accartocciano
lo vedo
e ci mette poco –
ci siede dentro un bambino
di plastica gialla
braccia al cielo
a chiedere un aiuto rosa –
il bimbo sparisce
il rosa diventa trasparente
vene senza sangue
linfa che si secca
bordi che si piegano
in così poco tempo –
ieri abbiamo parlato di morte
di come accade
di come anche a noi
si accartocciano i bordi
in così poco tempo

Petali del melograno

Sparsi sull’erba
sono come lacrime rosse
però di gioia
o ali inutili di farfalle
che hanno preso
un volo più alto
e le hanno lasciate a noi
per ricordo –
ronzano le api
intorno ai fiori –
il melograno è grande
cresciuto in mezzo al vento
che soffia oggi intorno a lui e a noi –
sul quaderno  si è posato un  petalo
non vuole essere dimenticato
buttatto via
insieme a quelli già pronti in un angolo –
lo metto tra due pagine
come si faceva un tempo
in quel tempo antico
quando si nutriva la nostalgia
coi petali caduti –
è strano il fiore del melograno
quando ha perso i petali
che sono sempre sei