il ramo nero

una zampa rinsecchita
con tre artigli disperati
affilati e arcigni
dopo l’ultimo assalto
all’ultima preda
che per un soffio gli é sfuggita-
in mezzo una selva
di rami bianchi, ossuti
che svettano alteri verso il cielo-
ancora vivi in fondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *